Inosservanza del provvedimento di affidamento dei figli e doveri del genitore affidatario

APS/ marzo 10, 2011/ Cassazione, Sentenze Utili/ 26 comments

Cassazione, Sez.VI Penale – Sentenza 6 luglio 2009, n. 27995
Rientra nei doveri del genitore affidatario quello di favorire il rapporto del figlio con l’altra figura genitoriale, perché entrambi i genitori sono centrali e determinanti per la crescita equilibrata del minore.
In tema di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento giurisdizionale adottato in sede di separazione dei coniugi, il genitore affidatario ha il dovere di favorire Il rapporto del figlio con l’altro genitore, a meno che sussistano contrarie indicazioni di particolare gravità, tenuto conto che entrambe le figure genitoriali sono centrali e determinanti per la crescita equilibrata del minore. Ne discende che ostacolare gli incontri tra padre e figlio, fino a recidere ogni legame con gli stessi, oltre ad avere effetti deleteri sull’equilibrio psicologico e sulla formazione della personalità del secondo, configura elusione dell’esecuzione del provvedimento giurisdizionale adottato dal giudice civile.

Sentenza 6 luglio 2009, n. 27995

26 Comments

  1. Ma questa sentenza può essere presa in considerazione anche di un figlio di 13 anni??
    Sono due mesi circa che mio figlio si “scoccia” di venire nel week end con me. La mamma se ne lava le mani!
    Se qualcuno sa qualcosa in merito e come la giurisprudenza può aiutarmi….
    Grazie

  2. ho un decreto provvisori del tribunale dei minori che colloca mia figlia di tre anni presso la casa materna ma la madre non favorisce il rapporto tra me e mia figlia ce una valutazione genitoriale in corso, lavorando fuori sede sento mia figlia solo per telefono ma con molta dificolta e con un orario impostomi dalla madre che va dalle ore 19,00 alle 20,00 il piu delle volte non risponde neanche al telefono ho fatto scrivere dal mio avv ho scritto agli ass. sociali ma la situazione non muta cosa mi consigliate e cosa posso fare giuridicamente?e chi mi puo aiutare grazie

  3. … Nonostante l’affido condiviso (diritto di visita 3 gg la settimana e we in più vacanze estive, natalizie e pasquali) la mia ex ha fatto in modo di non rispettare….nonostante le continue denunce in merito. Alla fine di tutto, il tribunale dei minori mi ha tolto la genitorialità su basi infondate..inoltre la mia ex avrebbe reati penali come sequestro di persona e calunnia….potreste darmi un aiuto?

  4. Sono purtroppo anch’io un padre separato,e noto come per quasi tutti quanti noi, come queste madri,non tutte di certo, facciano si che i nostri figli anziche’ crescere senza piu’ di tanti problemi, continuano ad usarli come scudo o per meglio dire aram ,per ripicche e cattiverie continue.Pensano solo ai soldi del mantenimento e basta, e anche se si fa intervenire qualcuno, lo stesso non fa nulla per aiutarci e capire realmente la situazione, cosi’come i giudici e gli avvocati, avvoltoi che pensano esclusivamente alla loro saccoccia.Sono stanco e stufo di dover sopportare , cosi’come oggi piu’ che mai faccio un’immensa fatica a passare quanto devo, poiche’ il giorno della sentenza, hanno guardato un numero scritto senza valutare quali altri impegni mensili avessi.Mi hanno sfrattato, ho avuto ingiunzioni di pagamento, sono senza soldi, al contrario della madre che simn e’ fatta la casa , spende e spande per se, mentre mio figlio lo veste con vestiti usati che le hanno passato, e piu’ di una minestra,prosciutto cotto e mozzarella non le fa mangiare.Non credo piu’ nelle istituzioni ne tantomeno a chi ci vuole far credere che per noi sta cambiando qualcosa.Un padre

    1. Sono nelle tue stessa identica situazione. Un neopapà separato.

    2. Torno ancora sulla “Axioma” fondamentale :Per L’uomo E’ assolutamente Pericoloso, con gli condizioni e leggi italiani attuali, a sposarsi .

        1. purtroppo è così. non mi sono sposato ma se l’avessi fatto con quell’essere infernale che è la madre dei miei figli ora sarei del tutto rovinato, anzichè solamente per tre quarti. le visite da mio figlio sono terribili, lo sgrida se solo mi sorride. un lungo iter burocratico e non so nemmeno dove si arriverà. l’italia non è un paese per padri.

  5. mi trovo in una situazione simile xche la mia ex moglie che fino ad ottobre ha ricevuto regolarmente l’assegno di 600 euro e anche di piu x sopraggiunti probelimi economici nn lavoro nn ho potuto versare il dovuto ed adesso lei nn solo impedisce il regolare rapporto con mio figlio ma gli parla male di me dicendogli che io sono cattivo come padre vorrei un consiglio grazie

    1. Ciao Marco la tua ex lavora? Sè lavora percepisce un reddito cerca di sapere prendi informazioni soft soft.Per tuo figlio che viene contro di te la ex come tutte le ex ci metteno contro i figli,io dico questo a tutte lasciare fuori i figli da tutto questo che abbiano un buon rapporto con i padri,è non trasmettere seminare odi su odio.La cosa è sbagliatissima perchè si devono rovinare questi poveri figli il futuro per loro sarà difficilissimo sono traumatizzati è vita questa per loro?Tu cerca di riacquistare la fiducia di tuo figlio telefona parla con lui avrà un cellulare presumo di si ,attualmente la tua situazione economica non è felice ma quando migliora sè tuo figlio non ha il cellulare fai un regalo.Ti saluto Marco ciao MICHELE B

  6. Le situazioni sono molto simili, la mia ex compagna che ha sempre ricevuto regolarmente il bonifico per i miei due bimbi, ho tenuto i bimbi come da accordi, mi impedisce una vita normale, in sei anni mi ha fatto tre querele penali senza fondamento, ripicche e cattiverie continue, persino il suo avvocato si permette di minacciarmi con ulteriori denunce, tutto ciò è insopportabile. I miei figli utilizzano vestiti usati da altri, a volte sporchi o bucati, il suo impegno verso i figli si risolve con un po’ di latte o una pizza la sera. Sono amareggiato non pensavo di dover sopportare una vita così, veder i miei figli, con i quali ho un bellissimo rapporto, solo 100 gg all’anno. un papà

    1. Roberto ti sono vicino tutta la mia solidarietà,sè il suo legale ti fà tutte queste cose si comporta male rivolgiti immediatamente all’Ordine degli Avvocati e denuncialo,come si permette non lò può fare assolutamente è vergognoso datti da fare Roberto.Poi segnala come vengono tenuti i tuoi figli fai delle foto,riprendi con fotocamera senza fare scoprire il tutto alla demenziale parassita che la tua ex con le prove consegna il tutto ai Carabinieri che a sua volta faranno gli accertamenti del caso ma come si fà a sopportare tutto questo? ti saluto Roberto ciao MICHELE B

  7. sono la compagna di un padre separato..per far fronte a tutti gli obblighi economici derivanti dalla separazione ci facciamo un mazzo quadrato. noi viviamo di ristrettezze e rinunce per poi vedere lei che spende e spande i nostri soldi e fa crescere questo bimbo senza un educazione, con i vestiti dei cugini, sempre in giro..dalla mattina alla sera.
    Queste stranieredovrebbero tornare tutte nei loro paesi d’origine…hanno rovinato tanti uomini in italia. provo schifo e amarezza..scusate lo sfogo…

  8. Voglio replicare ad Alessandra,la ex del tuo compagno è un’estracomunitaria?Bisogna fare accertamento sul suo permesso di soggiorno,come è stato contratto matrimonio queste informazioni si possono avere presso la Questura,ho la Prefettura della città dove risiedete,è molto inportante,sè la ex si è separata è c’è un minore di mezzo e gira senza una meta per la città la cosa non è regolare.Purtroppo queste persone agiscono con l’inganno arrivano in Italia pur di ottenere il permesso di soggiorno fanno matrimoni fasulli è un dato di fatto,per il rientro ai paesi di origine bisogna fare indagini avere elementi utili capire sè ci sono le condizioni per l’espulsione dal territorio,se non si hanno i requisiti come un lavoro fisso dimostrativo,pagamento delle tasse ect ect la persona può essere espulsa questa decisione aspetta a gli organi ivi elencati.Pertanto stà a voi decidere per non tirare fuori euri per niente,tu dici bene fuori dal paese bisogna ringraziare chi non ha saputo gestire ed organizare i flussi migratori cosi sono arrivati a rovinare ancora di più questa povera Italia,e gli Italiani,saluti MICHELE B

    1. Alessandra nella ipotesi che la ex del tuo compagno non ha più i recquisiti di permanenza in Italia,il tuo compagno deve richiedere la patri potestà del minore onde evitare la sparizione nel paese di origine della madre,pertanto occhi aperti di questi casi tanti padri piangono,è il minore viene traumatizzato per sempre.ciao Michele B

  9. La sentenza di cassazione che stiamo commentando parla molto chiaro. Il problema è sempre lo stesso: trovare negli amministratori della giustizia il buon senso di applicarla senza lasciarsi condizionare da ciò che devono fare l’indomani, perchè così come molti giudici applicano le leggi, specialmente in questo settore, armano i genitori affidatari delle prole per far guerra contro l’altro, e garantisco che molte tragedie sono proprio provocate da loro perchè emettono provvedimenti con molta superficialità. Mentre sarebbe necessario approfondirsi nei singoli casi in modo tale di redigere disposizioni più adeguati. Perchè ci sono molti genitori che nonostante tutto e con molti sacrifici vogliono fare il padre ( o la madre ) anche da separati o divorziati, ma purtroppo sono sempre esposti ai ricatti dell’altro e all’educazione che viene inculcata ai figli dai genitori assegnatari. Tanto a loro che c’è ne frega….. in mezz’ora emettono i provvedimenti che ormai li hanno pure memorizzati.
    CARI GIUDICI, LO VOLETE CAPIRE CHE UNA SEPARAZIONE BISOGNA GUARDARE TUTTI GLI APPETTI POSITIVI E NEGATIVI DEI SEPARANDI E DELLE PROLE…..?

    1. Stefano condivido il tutto,ormai la Giustizzia in Italia fè schifo e una gurra aperta
      tra coniugi.Ma sappiamo tutti da che parte pende la bilancia,purtroppo siamo tutti abbandonati nessuno che si interessa ai nostri drammi.Una cosa è certa il
      gruppo delle femministe ha lottato per la loro vittoria,ma tutte le donne che gioiscono di tutto non si rendono conto che per loro è una sconfitta………….
      Sono pietose coloro che nelle varie trasmissioni urlano,sbraitano,dicono nò alla
      violenza senza rendersi conto che proprio coloro che sbraitano urlano sono dei
      potenziali istigatori denunciate denunciate i violentatori non si rendono minimamente conto che è istigazzione gratuita e pura.Costoro invece di partecipare a tutte queste trasmissioni per ottenere odiens è fare casino non sarebbe meglio che vadano a lavorare? non sarebbe opportuno se rivestono cariche parlamentari da decenni a mangiare pane senza faticare alle spalle della povera gente togliessero il disturbo ?Ho fare le riforme vere giuste è non prenderci più per i fondelli le solite facce,i soliti personaggi da decenni seduti li alla faccia nostra,saluti a tutti,ciao Stefano. MICHELE B

  10. La sentenza è corretta ma la verità è che dovrebbe essere rispettata spontaneamente. Infatti a fronte di un comportamento contrario del genitore affidatario a favorire il rapporto con l’altro genitore, non corrisponde alcuna sanzione concreta.
    Io sono un papà separato in attesa di un giudizio del Tribunale dei Minori ed ogni volta che vado a prendere mio figlio (in orari ristretti e decisi arbitrariamente dalla madre) ho paura di non riuscire a vederlo per ostacoli e motivi di fatto inesistenti (non ha mangiato, fa freddo, fa caldo, dorme, ecc.)
    Spero nell’applicazione vera della legge sull’affido condiviso che può essere attuata solamente mediante l’applicazione di una sanzione severa nei confronti del genitore affidatario che vuole il figlio esclusivamente per se.

  11. ero disperato e mi sono messo alla ricerca di un sito per leggere le esperienze di altri padri. Leggendo i vostri commenti tutto sommato sono in buona compagnia.
    Sono separato legalmente da gennaio, ho fortunatamente uno stipendio decente che mi permette di pagare il mio affitto e le spese, il mantenimento ai miei due figli ed il mutuo della casa. La mia ex però continua ad ostacolare i provvedimenti del giudice. Mi ha rubato uno scooter che il giudice aveva assegnato a me dato che ho dovuto lasciare l’auto a Lei. Non le bastava l’auto voleva anche il motorino. Ho dovuto denunciarla per furto e violazione di domicilio. Il giorno dopo i carabinieri mi hanno consegnato lo scooter e mi hanno chiesto di ritirare la denuncia. Peccato però che i documenti li ha trattenuti lei e non si sono preoccupati di chiederglieli. Risultato lo scooter è parcheggiato fuori casa e non posso utilizzarlo. A questo punto ho deciso di sospendere i pagamenti di una polizza assicurativa intestata a me scaduta che il giudice ha deciso di devolvere per metà alla mia ex. Come ho sospeso i pagamenti del mutuo della casa. Forse andrò in rogne penali ma non posso sempre cedere io. Fortunatamente vedo i miei figli regolarmente ed esco con loro spesso, vado a cinema, ospito i loro amici a casa mia, ma questo le da fastidio. Oggi mi ha riempito di insulti dicendomi che non sono stato un buon padre e che li ho abbandonati, peccato che i miei figli non sono daccordo con Lei. Le sto chiedendo da Giugno di confermarmi la terza settima estiva di affidamento a me dei figli, siamo all’inizio quasi della scuola e mi risponde letteralmente, li’ terrai il prossimo week end fino al giorno di inizio della scuola così potrai far vedere a tutti che buon padre sei.Mi verrebbe voglia di far leggere i messaggi che mi invia ai miei due ragazzi. M. di 10 anni e M di 15 ma non lo faccio. Voglio che siano felici quando stanno con me. Spero me li faccia tenere, la mia M. voleva un aiuto per i compiti perchè ha due debiti da recuperare. Purtroppo ha avuto un periodo di crisi a scuola. Ma perchè dobbiamo sempre elemosinare le nostre visite. Siamo padri solo se paghiamo, io non ci sto più e sospendo il pagamento del mutuo.Mi beccherò una denuncia come dice il mio avvocato ma non me ne frega niente.

    1. sono la fidanzata di un uomo separato con due figli di 11 e 13 anni,da quando la madre ha saputo della mia esistenza nei giorni affidati a lui ci fa la vita impossibile,fa delle scenate per riprendersi i ragazzi sotto casa,li bombarda di telefonate per sapere se ci sono io con loro,invia messaggi e telefonate pieni d’insulti verso il mio fidanzato e la loro famiglia,vorrei sapere se ci possiamo difendere di tutta questa calamità,a quali leggi o articoli possiamo fare appello,preciso che mi trovo bene coi ragazzi suoi e loro con me,me dispiace soltanto che questi ricordi brutti le porteranno con se per il resto della vita,qualcuno mi può dare una dritta? grazie mille..

  12. Mi permetto di rispondere ai tuoi commenti dicendoti questo:
    Se non paghi più il mutuo non si tratta di denunce o quant’altro ma verrai segnalato sulla centrale dei rischi della Banca d’Italia. Il che vuol dire che, prima o poi, la banca in questione metterà in sofferenza la tua situazione e quindi attuerà le azioni per recuperare il credito. Successivamente (con tempi abbastanza lunghi ovviamente, vista la burocrazia Italiana) la casa andrà all’asta. Se non hai nulla da perdere tutto ok,ma se hai intestati immobili o conti questi ti verranno pignorati e, inoltre, finchè non sani il debito risulterai protestato. Per almeno 7 anni non ti concederanno libretto di assegni, finanziamenti, mutui. Pensaci perchè secondo me potresti far intervenire il giudice che, ti assicuro personalmente, oggi tutela anche le figure paterne… stranamente specialmente se è donna! Valuta i pro e i contro…. i tuoi figli dovranno abbandonare la loro casa, le loro camerette, il posto in cui sono magari cresciuti perchè tu non vuoi darla vinta all’ex? Ci sono altri modi per far “SCHIATTARE” gli ex!!!!!!!!!!!!!!! Con affetto! P.

    1. Cara Paola,
      Purtroppo il problema è che sono le ex moglie che cercano a far problemi,e sono loro che (nell’ 98% ) cercano a far danni al altro ed a vendicarsi (anche se fanno danno enorme alle prole ).Penso che questo comportamento è legato alla natura e carattere feminile(è dentro il bagaglio genetico-crosomiale ). Niente da fare :è meglio prevenire che curare (cioè è meglio non sposarsi e non ingaggiarsi in impegni che alla fin fine risultano a cadere solo e unicamente sul’uomo )

    2. Replico solo all’affermazione per la quale “se il giudice è donna, può aiutare di più (o comprendere) l’ex marito. Ho avuto un provvedimento di separazione terribile. Ok affido condiviso (ma questa è ormai regola), ma assegno di mantenimento pari a 1.000€ (ne guadagno 1.600 ma a questi dobbiamo sottrarre 610€ di debiti comuni ai quali faccio fronte da solo) + 50% spese straordinarie. Mi dite dove li tiro fuori i soldi io? Non posso andar via dall’Italia perchè ho genitori anziani e quì c’è la mia vita: I FIGLI. Al ricorso, con giudice donna, ho portato prospetto con tutte le mie entrate e le uscite, non potevo nemmeno garantire i 1.000€ del mantenimento. Se ne è fregata. Non posso versare mensilmente 1.000€, non li ho. Rimango in eterno torto. Ma che razza di vita è????????????????

  13. salve potresti dirmiper favore cosa fare mia moglie e andata circa 1nanno fa per natale portandosi via anche la bambina adesso16enne con laiuto di una persona fuori dal nucleo famigliare e con la scusa di aiutare ma specifico non ce una separazione con documenti questa persona fuori dal nucleo specifico che non e una di legge ma impartisce ordini a mia figlia come lavaggio di cervello quello che deve e non deve fare e o scoperto che quando era da lei mia figlia a bevuto birra questa persona e tedesca e mi stanno tormendando cosa potrei fare per riaquistareun rapporto con mia figlia come si deve perche me lanno messa contro con tanti imbrogli a tal punto che mia figlia impazzisce per questa persona e nessuno vuole fare niente pensano ai soldi a dimenticavo io sono anche un malato cronico e con la mia pensione mi pago tutte le spese cordiali saluti e un grazie anticipato

  14. salve dimenticavo ce una legge in vigore saro risarcito o devo are anche il mantenimento io vivo in germania che e ancora peggio dellitalia grazie

  15. Salve sono anche io vittima di questo matriarcato o meglio dire della sindrome della madre malevole che in America e già riconosciuta, sebbene era stata riconosciuta colpevole di non favorire l’incontro con i miei figli e l’affido era stato dato ai servizi sociali nella sentenza del divorzio sebbene la situazione dopo anni non era migliorata gli e’ stato ridato l’affido con la conseguensa che da quasi un anno non vedo i miei figli i quali non rispondono neanche al telefono . E’ questa la giustizia ?

Rispondi a michele Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*